Bilancio positivo in Sicilia

Il parquet del PalaMangano ha ospitato un bel pomeriggio di basket. Si apre il sipario con la palla due conquistata da Preskienyte, che dopo una manciata di secondi mette a segno i primi due punti del match. Parte subito un punto a punto, con Rupnik che apre le danze per la Azzurra Ceprini. Il primo quarto si chiude sul 14-11, il secondo 15-18 e al rientro negli spogliatoi c’è perfetto equilibrio. Ventinove pari e tanta incertezza su quale delle squadre avrà la meglio. Nel terzo periodo è ancora la squadra capitanata da Giorgia Manfrè a segnare il parziale positivo, con un +3 all’ultima pausa corta che fa capire che Palermo gioca rispettando i pronostici e che Orvieto non molla. Si decide tutto negli ultimi 10 minuti, una scatenata Martina Lombardo mette a segno il cinquantaduesimo punto orvietano che permette alla Azzurra Ceprini di andare sul +5. Più di un possesso di vantaggio estremamente positivo ma non sufficiente a etichettare la partita come chiusa. Manfrè continua a fare a sportellate con i 193 centimetri di Preskienyte e spende il suo ultimo fallo a disposizione quando il cronometro segna 2.24 alla fine ed il punteggio è sul 52-54. Preskienyte sfrutta i due liberi per riportare la parità ed avviare il break vincente. Finisce 61-54 ma è impossibile non applaudire. Porcu dispensa palloni in ogni angolo del campo (10 assist), Chrysanthidou fa vedere tutto il suo valore negli oltre 34 minuti giocati, Martina Lombardo insacca 18 punti ed è la miglior realizzatrice della sua squadra. Chi entra in campo porta ossigeno ed energie difensive. Insomma, il gruppo ha dato dimostrazione che ha le carte in regola per far bene. A Palermo è mancato solamente il risultato ma la prestazione è ampiamente positiva.
Sabato 25 si torna al PalaPorano per il derby contro Umbertide e lì, oltre alla prestazione, dovrà esserci anche il risultato.

La mascotte Luna avrà il suo bel da fare…