Da Bologna a mani vuote

Luci e ombre nella partita di Bologna. La Basket Progresso Matteiplast viene dalla vittoria del campionato della scorsa stagione e, con un roster che cambia poco e che è orma affiatato, è una delle compagini più forti del girone sud. Le ragazze di coach Romano vengono da due risultati positivi e non vogliono certo sfigurare nella terza uscita stagionale.

Palla a due e partita tesa, Bologna prova subito il break e la Azzurra Ceprini risponde colpo su colpo. Alla prima sirena è +2 per la squadra di casa, con un 18-16 che rende frizzanti i successivi periodi di gioco. Effettivamente così sembra perché nel secondo quarto le ospiti rimangono incollate alla partita seppur con qualche prima evidente sbavatura. Qualcosa inizia a scricchiolare ma solitamente la pausa negli spogliatoi permette di riprendere fiato e di riordinare le idee per il penultimo quarto, quello in cui solitamente la Azzurra massimizza il rendimento. Qualcosa va storto e stavolta è Bologna a fare suo il periodo di gioco con un pesantissimo parziale di 23-6 che di fatto chiude la partita. Gli ultimi 10 minuti sono di controllo per la squadra di casa, che aumenta le rotazioni e tiene sempre a bada un eventuale (quanto improbabile) ritorno delle orvietane.

Massimo Romano commenta così la cocente sconfitta: “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile contro la formazione probabilmente più forte del campionato. I primi due quarti siamo riusciti a rimanere attaccati al match ma al rientro dalla pausa lunga siamo stati sopraffatti dalla loro intensità difensiva e dal loro ritmo. Forse lo scarto finale è troppo ampio per quello che abbiamo fatto in campo ma deve essere accettato e preso come una dura lezione da imparare. Il campionato è lungo e richiede continuità e concentrazione. Non si può mai pensare di aver fatto bene e di aver raggiunto il traguardo perché ogni errore difensivo o calo di concentrazione si paga a caro prezzo. Che ci serva da lezione…”